Un grande innovatore per il comfort del paziente

Il Prof. Norman Corah (1933-2001), padre dell’omonimo test psicologico sull’ansia dei pazienti odontoiatrici (Test di Corah o DAS – dental anxiety scale) e autorità riconosciuta a livello mondiale per le sue ricerche, dimostrò come la tecnica della distrazione avesse effetti benefici sui pazienti applicando, nella metà degli anni ’80,  sulla poltrona operatoria il video-gioco del tennis (chi non lo ricorda?) in modo che il paziente fosse distratto dagli stimoli nocivi e dai ricordi traumatici. Questa idea, la più innovativa per quei tempi, ebbe un grandissimo successo premiando la sua intuizione per combattere l’ansia da dentista. Già allora dichiarò, in merito a questa idea, che la tecnica da lui applicata avrebbe avuto importanti DSC_0004sviluppi e che in futuro la tecnologia gli avrebbe dato ragione. Non c’è dubbio, oggi possiamo affermare che Norman Corah è stato un grande innovatore, un precursore di una straordinaria ed efficace tecnica all’avanguardia contro l’ansia dentale che colpisce, come allora, oltre il 60% dei pazienti.

Il Professore non fece in tempo a vedere la nuova tecnologia della realtà virtuale, perfezionata e sperimentata in America proprio nell’anno della sua morte, ma siamo certi che l’avrebbe accolta con grande entusiasmo e l’avrebbe testata per implementarla in tutti i suoi studi proprio perché fu lui ad introdurre la tecnica della distrazione in odontoiatria.

Possiamo solo rendere omaggio ad un pioniere della ricerca sull’ansia dentale che dedicò la sua vita al servizio della collettività con lo scopo di misurare, valutare e trattare i fattori di stress che segnano i pazienti odontoiatrici.

il comfort del paziente

Informazioni su ilcomfortdelpaziente

La nostra azienda è la prima in Italia ad occuparsi del "comfort del paziente" in odontoiatria attraverso la realtà virtuale. Decine di ricerche scientifiche nel mondo hanno dimostrato come la realtà virtuale sia benefica per tutti i pazienti su temi delicati come dolore, ansia e noia. Definito come "analgesico non-farmacologico" il nostro dispositivo si implementa perfettamente nel settore garantendo agli operatori una praticità e facilità d'uso fino ad ora sconosciuti. Anche il paziente può assolvere il controllo psicologico della seduta, fondamentale per quelli tesi/ansiosi ma soprattutto per i bambini per i quali consigliamo un utilizzo regolare anche per sedute brevissime in virtù di un accoglienza nell'ambiente operatorio che abbia l'importante funzione nel minimizzare l'aspetto traumatico. La grande soddisfazione dei nostri clienti e dei loro pazienti ci danno la necessaria fiducia ed energia nel combattere una mentalità poco orientata al rispetto delle problematiche personali che, di fatto, allontanano la gente dalla ricerca delle cure odontoiatriche. Siamo convinti che i tempi siano maturi affinché possa avvenire un inversione di tendenza attraverso la presa di coscienza da parte degli odontoiatri che oramai il tema trattato è ineludibile.

Precedente Il Test di Corah e i dubbi sulla versione italiana Successivo Online il test di autovalutazione dell'ansia da dentista. 4 domande...