Perché scegliere i video-occhiali Unidexx, quali i vantaggi ?

poltrocchiali1Non ci stancheremo mai di mettere in evidenza le caratteristiche del nostro dispositivo che lo rendono unico nel settore odontoiatrico per un utilizzo vero e fattivo della tecnica della distrazione a mezzo realtà virtuale. Allora perché scegliere i video-occhiali Unidexx per il comfort del paziente, quali i vantaggi ?

Per ciò che riguarda l’aspetto tecnico, (più avanti parleremo dell’aspetto pratico su paziente) va sottolineato che il nostro dispositivo non è un “ricevitore di segnale” da fonte esterna (tipo iPhone, iPad ecc.ecc.) anche se collegabile ad altri dispositivi ma bensì elabora i files e trasmette attraverso micro-circuiti elettronici l’immagine ai 2 monitor presenti. Dotato di chip di alta qualità per l’elaborazione e la stabilizzazione dell’immagine, il dispositivo Unidexx racchiude in sé tutti gli elementi indispensabili all’Odontoiatra per un lavoro in tutta tranquillità e può essere usato sotto la scialitica senza problemi  e non interferisce con gli strumenti tipici dello Studio Odontoiatrico (elettro-bisturi, laser, ultrasuoni ecc.).

1. Non necessita di collegamenti a fonti esterne essendo all-in-one, quindi completamente autonomo, e questo evita il noiosissimo cavetto pendente che intralcia l’operatore (uno dei motivi principali per cui non vengono utilizzati i dispositivi con comandi esterni e che rimangono chiusi nella confezione una volta acquistati)

DSC_0027corretto2. Il settaggio è velocissimo in quanto i files sono pre-caricati nel dispositivo (oltre 80 ore con microSD da 32GB) e i comandi sotto le aste non fanno perdere tempo (altro motivo determinante per lasciare il dispositivo nella confezione è la necessità di dover collegare e scollegare da fonte esterna oppure avere un cavo di connessione alla fonte esterna che limita i movimenti del personale intorno alla poltrona);

angolo-visuale3. I pazienti devono poter assolvere il controllo psicologico della seduta se vogliamo utilizzare la realtà virtuale per il nobile scopo di sostenerli, soprattutto i bambini (ennesimo motivo per cui il paziente, se viene isolato dall’ambiente circostante, non vuole indossarli);

Questi gli aspetti fondamentali che spieghiamo ai tanti professionisti che vogliono fare della realtà virtuale un mezzo di sostegno piuttosto che una questione di apparenza.

Dal punto di vista pratico mettiamo in evidenza alcuni aspetti importanti che riguardano i pazienti sotto il profilo psicologico:

1. Con i bambini in cura, utilizzando il dispositivo senza la mascherina in gomma, i genitori vengono automaticamente esclusi, per cui “l’ancora” rappresentata dalle mamme o dai papà che spesso rende i piccoli poco gestibili viene formidabilmente arginata essendo questi ultimi catturati da un cartone animato pur mantenendo allo stesso tempo l’aggancio, nell’immediata fase iniziale, con lo sguardo del genitore (cosa possibile solo con il nostro dispositivo).

2. Gli adulti “montano” l’ansia in sala d’attesa e da ciò che la letteratura scientifica ci dice, l’effetto dell’anestesia si riduce per l’adrenalina accumulata. Quindi, quale suggerimento migliore di proporre ai soggetti ansiosi la realtà virtuale (coinvolgimento diretto) subito in sala d’attesa per dare loro la possibilità di distrarsi ? E cosa pensate di farne di un dispositivo che va collegato ad una fonte esterna, lo proponete su un vassoio apparecchiato ?

3. La noia è un altro aspetto troppo spesso sottovalutato dal personale medico ma è altrettanto fonte di stress per i pazienti. Negli interventi non invasivi come lo sbiancamento o l’ortodonzia, per esempio, la percezione del tempo viene ridotta a tal punto che i pazienti non si accorgono della durata del trattamento, soprattutto se coinvolti con un filmato molto gradito (qui l’abilità di “indovinare” i gusti dei pazienti è una questione di marketing relazionale). Laddove applicabile, il paziente può ricevere telefonate o SMS e rispondere senza la necessità di togliere il dispositivo.

La praticità e il rispetto delle condizioni fondamentali per un continuo utilizzo in odontoiatria rendono il dispositivo Unidexx uno strumento affidabile e unico sul mercato.

Esortiamo gli odontoiatri a prestare attenzione alle caratteristiche del dispositivo prima dell’acquisto per offrire ai pazienti un servizio di supporto efficace sotto tutti i punti di vista. Invitiamo pertanto a non farsi abbagliare dal costo, a volte al ribasso, dei dispositivi disponibili ma di valutarne bene la funzionalità affinché venga utilizzato in modo continuativo per sostenere i pazienti, specie i bambini.

Unidexx ha dedicato 18 mesi a sperimentazioni e verifiche sul campo per proporre ai professionisti uno strumento valido, tra l’altro, oggetto di ricerca scientifica presso una importante università italiana e a breve pubblicheremo i risultati.

© riproduzione riservata
il comfort del paziente

Informazioni su ilcomfortdelpaziente

La nostra azienda è la prima in Italia ad occuparsi del "comfort del paziente" in odontoiatria attraverso la realtà virtuale. Decine di ricerche scientifiche nel mondo hanno dimostrato come la realtà virtuale sia benefica per tutti i pazienti su temi delicati come dolore, ansia e noia. Definito come "analgesico non-farmacologico" il nostro dispositivo si implementa perfettamente nel settore garantendo agli operatori una praticità e facilità d'uso fino ad ora sconosciuti. Anche il paziente può assolvere il controllo psicologico della seduta, fondamentale per quelli tesi/ansiosi ma soprattutto per i bambini per i quali consigliamo un utilizzo regolare anche per sedute brevissime in virtù di un accoglienza nell'ambiente operatorio che abbia l'importante funzione nel minimizzare l'aspetto traumatico. La grande soddisfazione dei nostri clienti e dei loro pazienti ci danno la necessaria fiducia ed energia nel combattere una mentalità poco orientata al rispetto delle problematiche personali che, di fatto, allontanano la gente dalla ricerca delle cure odontoiatriche. Siamo convinti che i tempi siano maturi affinché possa avvenire un inversione di tendenza attraverso la presa di coscienza da parte degli odontoiatri che oramai il tema trattato è ineludibile.

Precedente L'unica alternativa alla sedazione cosciente in odontoiatria. Successivo FAQ per il dentista sul dispositivo Unidexx: i Video-occhiali