Odontoiatria e marketing ? Il paziente è un cliente… che può scegliere !!!

Quali sono gli aspetti che si considerano marketing e quali no ? Bella domanda… ma la risposta è semplice, intuitiva, salta agli occhi. Tutti concentrati nell’avere la migliore attrezzatura, certo non guasta, e magari l’assistente carina e gentile che ci guida attraverso le meraviglie dello studio o che esalta le decine di attestati appesi al muro ? Poco male, anzi tutto va bene direbbe qualcuno. Qualcuno. E neanche la simpatia, a volte forzata, basta più. Perché? Non so in quanti se lo siano chiesto ma la domanda assume una certa importanza da quando nel mercato hanno preso piede le “cliniche” in franchising e il turismo dentale che tanti problemi stanno creando alle migliaia di Odontoiatri sparsi sul territorio con offerte iperboliche ma dalla qualità ancora tutta da scoprire. Il problema, però, rimane. E allora cosa si deve fare?

Molti inseguono il flusso del miracolo chiamato web facendosi convincere da tanti improvvisati nell’innescare una vera e propria bomba pubblicitaria ma che non hanno capito bene la dinamica che si cela dietro il rapporto medico-paziente. Ma si, meglio inondare il web assecondando la guerra dei prezzi con offerte miracolose piuttosto che scegliere la strada giusta e meno costosa. Facile no? Non richiede particolare impegno, si fa da sola…

Ma va bene, l’unico problema è che questa inondazione non ha un seguito concreto e portare più pazienti/clienti nello studio non implica la durata del rapporto, anzi.

Beh, allora c’è quel “quid” che fa la differenza ? Certo, si chiama marketing relazionale. Lo dice il nome stesso, è quello strumento che lega il cliente al medico, è quello strumento che coccola il paziente, è quello strumento che esalta l’aspetto umano del curante. Basta iniziare a fare “pratica” con i pazienti/clienti che frequentano lo studio per rendersene conto, non è difficile si può personalizzare e porta grandi soddisfazioni. Occorre interrogarsi su quali siano gli strumenti migliori per spingere il paziente ad essere un fedele cliente. Ce ne sono molti, diversi e altrettanto efficaci.

Trovato la risposta ? Sicuramente si.

marketing in odontoiatria

Informazioni su ilcomfortdelpaziente

La nostra azienda è la prima in Italia ad occuparsi del "comfort del paziente" in odontoiatria attraverso la realtà virtuale. Decine di ricerche scientifiche nel mondo hanno dimostrato come la realtà virtuale sia benefica per tutti i pazienti su temi delicati come dolore, ansia e noia. Definito come "analgesico non-farmacologico" il nostro dispositivo si implementa perfettamente nel settore garantendo agli operatori una praticità e facilità d'uso fino ad ora sconosciuti. Anche il paziente può assolvere il controllo psicologico della seduta, fondamentale per quelli tesi/ansiosi ma soprattutto per i bambini per i quali consigliamo un utilizzo regolare anche per sedute brevissime in virtù di un accoglienza nell'ambiente operatorio che abbia l'importante funzione nel minimizzare l'aspetto traumatico. La grande soddisfazione dei nostri clienti e dei loro pazienti ci danno la necessaria fiducia ed energia nel combattere una mentalità poco orientata al rispetto delle problematiche personali che, di fatto, allontanano la gente dalla ricerca delle cure odontoiatriche. Siamo convinti che i tempi siano maturi affinché possa avvenire un inversione di tendenza attraverso la presa di coscienza da parte degli odontoiatri che oramai il tema trattato è ineludibile.

Precedente La realtà virtuale in Odontoiatria Successivo Paura del Dentista? Si, grazie!